Blog Nitro

Nitro Pro: ora supporta la conversione da PDF a .docx

digitazione manuale-notebook- 1000 x 662 .jpg

Da Microsoft Word 2008 , gli utenti sono passati dai classici file .doc al nuovo file .docx, ma perché?

A prima vista, può sembrare che "X" sia semplicemente un cambiamento nelle convenzioni di denominazione, un piccolo inconveniente perché è necessario disporre di una versione recente di Word per usarlo. In realtà, quella "X" indica miglioramenti al formato del file a vantaggio di tutti, dagli autori agli ingegneri. Pensala come una versione più recente e più potente di un'applicazione che ami.

Quindi, cosa rende .docx così potente? Per uno, riduce le dimensioni dei file fino alla metà di .doc. File di dimensioni inferiori significano che i file vengono trasferiti e aperti più velocemente. Inoltre, .docx è un formato più statico, quindi è più difficile corrompere il file mentre collabori con altri. Quando si tratta di sicurezza, .docx ha di nuovo battuto .doc, poiché elimina la preoccupazione dei macro-virus. Infine, .docx è stato progettato per tutto ciò che viene dopo nella tecnologia. La sua struttura si basa su un formato di file standard più aperto per Microsoft, che consente agli utenti di creare facilmente applicazioni per accedere ai dati all'interno di documenti Word (per trasferirli a una pagina Web, ad esempio) e anche per rendere più semplice per altri software di elaborazione testi l'apertura di Word documenti.

Con Nitro Pro 9 , tutte le conversioni da PDF a Word saranno, per impostazione predefinita, impostate su .docx. Se attualmente utilizzi Microsoft Word 2003 o versioni precedenti e desideri convertire in .doc, potrai anche modificare le impostazioni nelle preferenze, come mostrato di seguito.

Salva in docx.png

Indipendentemente dal tipo di file, Nitro Pro è determinato a rendere i documenti più facili che mai. Dai un'occhiata ad altre fantastiche funzioni di Nitro Pro 9 qui .

Futuro del lavoro

Il Rapporto sulla produttività di Nitro 2022

Scopri come la pandemia ha trasformato la produttività, i flussi di lavoro e le iniziative digitali, nonché le tendenze e le tecnologie che plasmano il lavoro in 2022 e oltre.