Futuro del lavoro

Hai gli strumenti di produttività giusti?

BuyersGuide-BlogPost- 800 .jpg

Ora è il momento di assicurarti di poter portare la tua attività dove vuoi che vada

È molto probabile che la tua organizzazione sia sulla buona strada per digitalizzare il maggior numero possibile di processi. Per aiutarti, probabilmente hai adottato una serie di soluzioni per documenti e firme digitali. Queste soluzioni possono trasformare processi manuali cartacei in flussi di lavoro digitali automatizzati che consentono di svolgere il lavoro da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, utilizzando idealmente qualsiasi dispositivo a portata di mano. Ma non basta.

È giunto il momento di esaminare ciò che serve davvero per prosperare e competere nell'economia dei documenti. È ora di passare dalla digitalizzazione all'ottimizzazione e alla vera trasformazione. È giunto il momento di assicurarsi di gettare le basi per consentire il tipo di cambiamento che supporterà i modelli di business e le operazioni che desideriamo in futuro. Come ha scritto una volta Jeanne Ross, della MITSloan Management Review, "Direi che non riuscire a distinguere una maggiore digitalizzazione (anche una digitalizzazione radicalmente aumentata) da una trasformazione digitale potrebbe essere un errore fatale".

La prima fase della digitalizzazione è stata guidata dalla necessità

Il problema è che la maggior parte della digitalizzazione fino ad oggi è stata eseguita per soddisfare un'esigenza immediata rispetto a una strategia generale. Ciò significa che le organizzazioni non hanno riflettuto a fondo su ciò che vogliono che le loro operazioni (e valori) siano nell'era digitale. Non hanno discusso o preso decisioni difficili su quale sia l'obiettivo finale dell'organizzazione.

Invece, diversi dipartimenti o unità aziendali nel corso degli anni sono andati avanti e hanno adottato una o più soluzioni di produttività che funzionassero per le loro esigenze. Ad esempio, il reparto marketing potrebbe aver scelto qualcosa che funzionasse per loro, mentre l'ingegneria ha optato per un'altra o più soluzioni e il legale è andato con qualcos'altro.

Poi, la pandemia ha colpito e molte aziende hanno capito che dovevano accelerare immediatamente i loro sforzi di digitalizzazione per supportare la loro forza lavoro della conoscenza che lavorava completamente da remoto durante la notte. Un'indagine di McKinsey & Company ha rilevato che le organizzazioni hanno accelerato la digitalizzazione delle interazioni con i clienti, delle interazioni della catena di approvvigionamento e delle operazioni interne principali di tre o quattro anni e hanno agito da 20 a 25 volte più velocemente del previsto attuando questi cambiamenti.

Ora, con un paio d'anni di lavoro in remoto a disposizione di tutti, è tempo di fare un passo indietro e vedere se il modo in cui abbiamo digitalizzato ci aiuterà davvero a raggiungere il successo a lungo termine. Dato che il lavoro ibrido è destinato a restare - il 70 % delle aziende ha annunciato che sta cercando di adottare un modello di lavoro ibrido - abbiamo un'opportunità unica per fermarci e assicurarci che funzioni al meglio per tutti.

La realtà dell'ambiente di lavoro a distanza di oggi

Quando la maggior parte delle aziende guarda al proprio ambiente, di solito è costituito da un miscuglio di tecnologie e fornitori. Come notato, questo è il risultato di decisioni prese per risolvere un particolare problema o bisogno, in un momento specifico nel tempo. Questo approccio frammentario alla digitalizzazione, tuttavia, spesso significa che gli strumenti di produttività di cui un'organizzazione ha bisogno per potenziare la propria trasformazione digitale su larga scala, non sono gli strumenti di produttività di cui dispone attualmente.

È importante perché gli strumenti "sbagliati" possono limitare il potenziale futuro e aggiungere complessità e rischi inutili alle operazioni che possono rallentare i progressi, aumentare i costi e generare esperienze frustranti per tutti. Ad esempio, se sono necessarie più soluzioni per digitalizzare un flusso di lavoro end-to-end, può creare silos di dati, incompatibilità e spese significative, sia in termini di licenza e costi di manutenzione, sia in costi operativi continui. Questo può soffocare l'ottimizzazione dei flussi di lavoro per la massima facilità d'uso e produttività. Ad esempio, un recente studio di Deloitte ha rilevato alcune statistiche allarmanti sulle inefficienze che possono risultare sul posto di lavoro:

10 volte all'ora: la quantità di tempo che un lavoratore ha per passare da un'app di lavoro all'altra. Ciò si traduce in 32 giorni all'anno di perdita di produttività sul posto di lavoro.

25 % di tempo perso: i lavoratori dedicano il 25 % del loro tempo alla ricerca di informazioni su come svolgere il proprio lavoro.

Trilioni di ore perse all'anno: i knowledge worker dedicano il 40 % del loro lavoro al lavoro. Calcola 800 ore X 1 . 25 miliardi di lavoratori della conoscenza, è un sacco di tempo che potrebbe essere utilizzato per fare cose reali.

Dove possono iniziare le organizzazioni

Le organizzazioni possono iniziare immaginando come vogliono che sia davvero il futuro del loro posto di lavoro – operazioni e valori. Dopo aver definito lo "stato finale", possono iniziare a scegliere le tecnologie e collaborare con fornitori che possono aiutarli a raggiungere i loro obiettivi di trasformazione. Per uno sguardo ad alcune delle cose a cui iniziare a pensare in particolare per gli strumenti di produttività, dai un'occhiata al blog, " Le 4 capacità per garantire che il tuo ambiente di lavoro remoto funzioni per le tue aziende ".

Tag
Lavoro ibrido Trasformazione digitale
Futuro del lavoro

Il Rapporto sulla produttività di Nitro 2022

Scopri come la pandemia ha trasformato la produttività, i flussi di lavoro e le iniziative digitali, nonché le tendenze e le tecnologie che plasmano il lavoro in 2022 e oltre.